Presentazione del libro: «NON SIAMO NEL CAOS» -Proposte per uscire dalle crisi-

Martedì 28 maggio, ore 21
Libreria Nuova Terra (via Giolitti,14) – Legnano

interviene l’autore Robi Ronza

Modera la serata: Alessandro Rizzo (giornalista – Consiglio direttivo Associazione De Gasperi)

Tornano con un nuovo appuntamento le serate culturali in libreria organizzate dall’Associazione Alcide De Gasperi,la libreria Nuova Terra e promossi dall’Associazione Italiana Centri Culturali. Martedì 28 maggio verrà presentato il volume «Non siamo nel caos. Proposte per uscire dalle crisi» (2019, Edizioni Ares, pp.368). Alle ore 21, in via Giolitti 14 a Legnano, interverrà l’autore Robi Ronza che dialogherà con il giornalista di Cerro Maggiore Alessandro Rizzo, del Consiglio direttivo della De Gasperi. Al termine della serata, ad ingresso libero e gratuito, l’autore sarà lieto di autografare copie del libro per il pubblico presente. Lo scrittore torna in città un anno dopo aver presentato «Ho trovato quello che stavamo cercando. 28 testimonianze sull’incontro con don Giussani 1954-1964».

«Farsi carico della condizione dell’uomo contemporaneo è per i cristiani una necessità della loro stessa fede nel Dio incarnato afferma il cardinale Angelo Scola nella prefazione del libro –. Tanto più che il carattere culturale prima che politico ed economico della crisi mette in campo specificatamente la Chiesa e i cristiani: la fede, in quanto dice all’uomo chi è, diventa cultura

Non è vero che siamo nel caos. È vero tuttavia che siamo in una difficile situazione. In tale quadro diventa perciò interessante allungare lo sguardo anche al là dei limiti dell’attuale ordine costituito. Mettendosi su questa via la prima e più imponente realtà in cui ci si imbatte in Italia è la visione del mondo cristiana, oggi in larga misura tagliata fuori dalla vita pubblica del Paese. Che cosa da essa può saltar fuori di buono per tutti? Vale certamente la pena di domandarselo.

Note sull’Autore – Robi Ronza (Varese, 1941) è giornalista e scrittore. Esperto di affari internazionali, culture locali, problemi istituzionali, lavora per diverse testate. È stato inviato in zone di guerra, ha partecipato alla fondazione di giornali, di scuole e del Meeting per l’amicizia tra i popoli. Ha scritto numerosi saggi e ha curato due testi di storia per la scuola secondaria, un romanzo e due canzoni. Preferisce viaggiare in treno e camminare in montagna.

Il ciclo d’incontri «Serate culturali in libreria» dopo aver affrontato il tema del lavoro con l’ex sindacalista Carlo Pariani e il suo testo autobiografico «Cera una volta l’Alfa»; il tema della politica con lo scrittore Valerio Lessi che ha presentato «Giorgio La Pira. La fede cambia la vita e la storia» e il tema del “maestro”, con lo scrittore Luca Doninelli che ha presentato «Una gratitudine senza debiti. Giovanni Testori, un maestro» proseguirà a giugno con una sorpresa sul ciclismo. Maggiori informazioni si possono trovare sugli account FB @assDeGasperiLegnano e @librerianuovaterra e sui portali legnanodegasperi.com e centriculturali.org

Elezioni 2019: OCCASIONE EUROPA, PARTENDO DA LEGNANO

“La grandezza e l’inquietudine dell’io, in ciascuno di noi, sta nella sua autocoscienza, nella possibilità – sempre aperta – di cercare e di scoprire ciò per cui vale la pena vivere e costruire. Qui sta il punto d’appoggio per vivere tutto: è grazie ad esso, alla consistenza della nostra coscienza, che possiamo affrontare le sfide della storia”

dalla presentazione del Meeting di Rimini 2019

Queste elezioni europee cui è sovrapposta la gravissima crisi politica di Legnano, sono l’ultima di queste sfide. La risposta non può che partire da sé. Il contesto in cui ci muoviamo è quello del crollo di alcune evidenze elementari, della sfiducia montante verso le istituzioni e verso la politica, e della frammentazione della rappresentanza politica del mondo cattolico. Rinunciare, per pigrizia o per comodità, a tenere viva questa autocoscienza porta a ingrandire la massa indistinta di persone sfiduciate (pensiamo a coloro che non si recano più a votare) e appiattite sul lamento, disposte a delegare tutto al primo leader capace di imporsi sulla scena.

Alcune osservazioni per reagire:

  • L’Europa è un valore essenziale da difendere, ma serve un maggiore ascolto reciproco. L’intuizione di Adenauer, De Gasperi e Schumann ci ha dato 70 anni ininterrotti di pace, la possibilità di viaggiare liberamente, di istruirsi e trovare lavoro all’estero, di avere una moneta comune. Recuperiamo oggi l’Europa di Notre-Dame e dei benedettini, basata sulla dignità umana che viene da Dio, sul trattare l’ospite come se fosse Cristo in persona e sul costruire insieme.
  • Corpi intermedi, terzo settore e sussidiarietà orizzontale vanno difesi e rafforzati. Da questa parte del paese  può venire una rinascita, ed è questo l’ambito dove investire le nostre migliori energie, facendone emergere le persone più capaci di sintesi politica. Occorre però fare il passo della scomodità del dialogo con il “diverso da sé”, anche in ambito cattolico;
  • Ribadiamo nelle azioni il valore intangibile della persona umana, sia essa comunitaria che extra-comunitaria, rifuggendo dagli slogan divisivi. Maggior sicurezza non può essere sinonimo di minor democrazia e minore libertà

Di fronte quindi al voto del 26 maggio (sia a livello europeo che amministrativo locale) invitiamo perciò a:

  • Privilegiare le liste che fanno riferimento al Partito Popolare Europeo, garanzia di politiche moderate e inclusive, coerenti con una impostazione cristiano-sociale;
  • Identificare candidati del nostro territorio (alcuni provenienti anche dalla nostra Associazione) con cui mantenere un dialogo, chiedendo loro di mettersi a disposizione, anche se non verranno eletti, e pur se appartenenti a forze politiche diverse, per un lavoro comune di formazione di giovani decisi a spendersi per il bene comune.

Abbiamo sempre più bisogno, anche a Legnano, di persone capaci di emergere con il proprio volto e per il bene di tutti dalla “massa indistinta” degli scettici; con loro e con quanti ci stanno, possiamo affrontare“le sfide della storia” cominciando da Legnano. E a tutti rivolgiamo l’invito di avvalersi del diritto a esprimere il proprio voto.

Associazione De Gasperi, Legnano
Maggio 2019

La De Gasperi consiglia: «Una presenza al bisogno del mondo»

Sabato 18 maggio, ore 18

Auditorium Istituto Tirinnanzi – Legnano

UN DIALOGO SULLE PROSSIME ELEZIONI EUROPEE, A PARTIRE DAL VOLANTINO DI COMUNIONE E LIBERAZIONE

intervengono:

Francesco Magni, ricercatore Università di Bergamo

Marco Archetti, scrittore e giornalista

In vista delle prossime elezioni europee, Comunione e Liberazione Legnano invita tutti gli interessati ad un incontro pubblico a partire dal documento proposto dal movimento «Una presenza al bisogno del mondo». Interverranno Francesco Magni, ricercatore in pedagogia generale e sociale all’Università di Bergamo e Marco Archetti, scrittore e giornalista, che dialogheranno con il giornalista legnanese Luciano Piscaglia. L’appuntamento socio-culturale è per le ore 18 di sabato 18 maggio, nell’Auditorium dell’Istituto Tirinnanzi di Legnano (via Abruzzi, 21).

«Il volantino che proponiamo in tutta Italia, parte dal ricordare a ciascuno che in passato esistevano delle certezze condivise, nelle quali tutti in qualche modo si riconoscevano hanno dichiarato gli organizzatori dell’incontro–. Oggi non è più così. Stiamo vivendo una fase completamente nuova della storia, caratterizzata da un affievolirsi sempre più vistoso dell’interesse per la realtà e in molti casi da una passività che paralizza. L’esperienza quotidiana è segnata da interrogativi ricorrenti: come convivere con chi è diverso da noi? Perché fare famiglia, stabilire rapporti duraturi? Come educare i figli? Che senso ha impegnarsi per il bene comune? Noi vorremmo dialogare con tutti, a partire dai relatori, ponendo l’accento su queste domande che riguardano anche chi vive e lavora a Legnano. Temi sui quali è bene confrontarsi sempre, anche in occasione delle elezioni europee».

Non abbiamo anzitutto bisogno dell’ennesima teoria politica né di una nuova strategia organizzativa, ma di incontrare una vita; una vita che abbia la forza di riaprirci alla speranza, di riaccendere in noi l’interesse per l’esistenza nostra e dei nostri familiari, amici, colleghi, concittadini, fino a lasciarci provocare dalle Elezioni del prossimo 26 maggio. Condividendo le ansie e i problemi di tutti, papa Francesco ci invita a realizzare una «amicizia sociale», per un dialogo e un incontro in cui ciascuno offra il contributo della propria esperienza alla vita comune. Perciò guardiamo alle Elezioni europee come a una grande occasione, innanzitutto per una verifica e per porci delle domande a cui dobbiamo rispondere, senza delegare a nessuno questo compito.

I relatori

Francesco Magni (Monza 1987) è ricercatore nel Dipartimento di scienze umane e sociali dell’Università degli Studi di Bergamo. Nel triennio 2009/12 ha fatto parte del Consiglio di Amministrazione dell’Università degli Studi di Milano in qualità di rappresentante degli studenti. È autore di monografie, saggi e articoli su riviste scientifiche. I suoi ambiti di studio e ricerca si concentrano sui temi della pedagogia della scuola, della formazione iniziale degli insegnanti, delle politiche dell’istruzione e dell’educazione comparata.

Marco Archetti (Brescia 1976) ha vissuto a lungo a L’Avana. Ha pubblicato Lola Motel (2004), Vent’anni che non dormo (2005), Maggio splendeva (2006), Gli asini volano alto (2009) e Sabato, addio (2011), tutti per Feltrinelli. È stato finalista ai premi Montblanc, Zocca e al premio Chianti. Ha pubblicato anche «Sette diavoli» (Giunti 2013), «I giorni non si scavalcano» (Rizzoli 2015) e il libro della campionessa di ginnastica Vanessa Ferrari, «Effetto Farfalla: la mia vita raccontata a Marco Archetti» (Mondadori 2015).  Collabora con quotidiani e riviste. Su “Il Foglio” tiene una rubrica di libri e numerosi interventi di letteratura. Il suo ultimo libro è “Una specie di vento” un romanzo per i caduti della strage di Piazza della Loggia a Brescia.

Legnanonews.com racconta l’inaugurazione della mostra mostra a Villa Jucker

Il fenomeno del ‘68 in una mostra a Villa Jucker

Dal 17 al 24 febbraio 2019, l’Associazione De Gasperi e l’Istituto Tirinnanzi portano a Villa Jucker di Legnano la mostra «Vogliamo tutto 1968-2018» realizzata per la XXXIX edizione del Meeting Rimini in occasione del 50° anniversario di un anno che ha fatto epoca. La proposta di ampio respiro culturale gode del patrocinio della Città di Legnano ed è organizzata in collaborazione con l’Associazione Italiana Centri Culturali e l’Associazione per la libertà d’educazione Adriana Braga. La mostra si potrà visitare alla Famiglia Legnanese, via Matteotti, 3 da lunedì a venerdì dalle 17 alle 19, il sabato e la domenica dalle 10 alle 12:30 e dalla 15 alle 19. Per le scuole le visite avverranno in orario scolastico. Per gruppi saranno possibili visite anche fuori dall’orario di apertura (info 320.0881058). La mostra sarà ad accesso libero e gratuito.


La presentazione e l’inaugurazione della mostra si sono tenute oggi, sabato 16 febbraio, nella sala delle Giare di Villa Jucker – The Mode Events con una diretta streaming anche sul nostro sito. Per l’incontro dal provocatorio titolo “Vogliamo (ancora) tutto?” sono intervenuti Pier Alberto Bertazzi, medico, docente dell’Università degli Studi di Milano e nel ‘68 responsabile di GS-CL; Luciano Pero docente del MIP Politecnico di Milano, nel ‘68 fra i promotori del Movimento Studentesco; Cecilia Bravi, in rappresentanza dei giovani redattori della mostra. L’incontro è stato introdotto e moderato da Luciano Piscaglia, giornalista legnanese di TV2000…

Continua a leggere su legnanonews.com


Fotogallery a cura di Luigi Frigo da legnanonews.com

VOGLIAMO (ANCORA) TUTTO? Presentazione e inaugurazione della Mostra: «Vogliamo tutto 1968-2018»

La diretta streaming dell’incontro

Presentazione e inaugurazione della mostra
“Vogliamo (ancora) tutto?” 
Sabato 16 febbraio, ore 17:30 Famiglia Legnanese, Villa Jucker – Legnano

Intervengono: Pier Alberto Bertazzi, Luciano Pero e Cecilia Bravi
Introduce e modera: Luciano Piscaglia, giornalista TV2000

Durante la presentazione verranno proiettate videointerviste inedite a: Fausto Bertinotti, Eugenio Finardi, Francesco Guccini e Roberto Vecchioni

La mostra, realizzata per la XXXIX edizione del Meeting Rimini, sarà aperta al pubblico dal 17 al 24 febbraio alla Famiglia Legnanese, Villa Jucker a Legnano.

La mostra “VOGLIAMO TUTTO 1968-2018” a Legnano

Presentazione e inaugurazione della mostra
“Vogliamo (ancora) tutto?” 
Sabato 16 febbraio, ore 17:30 Famiglia Legnanese, Villa Jucker – Legnano

Intervengono: Pier Alberto Bertazzi, Luciano Pero e Cecilia Bravi
Introduce e modera: Luciano Piscaglia, giornalista TV2000

Durante la presentazione verranno proiettate videointerviste inedite a: Fausto Bertinotti, Eugenio Finardi, Francesco Guccini e Roberto Vecchioni

La mostra, realizzata per la XXXIX edizione del Meeting Rimini, sarà aperta al pubblico dal 17 al 24 febbraio alla Famiglia Legnanese, Villa Jucker a Legnano.


Dal 17 al 24 febbraio 2019, l’Associazione De Gasperi e l’Istituto Tirinnanzi, portano alla Villa Jucker di Legnano la mostra «Vogliamo tutto 1968-2018» realizzata per la XXXIX edizione del Meeting Rimini in occasione del 50° anniversario di un anno che ha fatto epoca. La proposta di ampio respiro culturale gode del patrocinio della Città di Legnano ed è organizzata in collaborazione con l’Associazione Italiana Centri Culturali e l’Associazione per la libertà d’educazione Adriana Braga. La mostra si potrà visitare alla Famiglia Legnanese, via Matteotti, 3 da lunedì a venerdì dalle 17 alle 19, il sabato e la domenica dalle 10 alle 12:30 e dalla 15 alle 19. Per le scuole le visite avverranno in orario scolastico. Per gruppi saranno possibili visite anche fuori dall’orario di apertura (info 320.0881058). La mostra sarà ad accesso libero e gratuito.

La presentazione e l’inaugurazione della mostra si terrà sabato 16 febbraio alle ore 17:30, nella sala delle Giare di Villa Jucker e sarà trasmessa in diretta streaming sul nuovo sito dell’Associazione De Gasperi www.legnanodegasperi.com. Per l’incontro dal provocatorio titolo “Vogliamo (ancora) tutto?” interverranno Pier Alberto Bertazzi, medico, docente dell’Università degli Studi di Milano e nel ‘68 responsabile di GS-CL; Luciano Pero docente del MIP Politecnico di Milano, nel ‘68 fra i promotori del Movimento Studentesco; Cecilia Bravi, in rappresentanza dei giovani redattori della mostra. L’incontro sarà introdotto e moderato da Luciano Piscaglia, giornalista legnanese di TV2000.

Nel corso della presentazione verranno proiettate interviste inedite, realizzate appositamente per l’occasione, a Fausto Bertinotti, Eugenio Finardi, Francesco Guccini e Roberto Vecchioni.

«Vogliamo proporre a tutti, giovani e meno giovani, la possibilità di un confronto sulle istanze che portarono al fenomeno del ’68: giustizia sociale, superamento dell’autoritarismo, esigenza di libertà e di autenticità, ricerca dell’unità della persona ha dichiarato Ivo Paiusco, presidente Associazione De Gasperi Legnano . Lo scorso Meeting di Rimini ha messo in evidenza che esiste un nesso profondo tra la storia e il cuore dell’uomo; per questo, con l’aiuto della mostra, desideriamo ripercorrere e far proprio il cammino di chi si è lasciato interrogare da questo evento epocale che, secondo Benedetto XVI, segna una “cesura storica” nella civiltà occidentale.»

La mostra «Vogliamo tutto 1968-2018» a cura di un gruppo di docenti coordinato da Maria Bocci dell’Università Cattolica di Milano nasce dal desiderio di approfondire un momento decisivo della storia del Novecento, il Sessantotto, che a distanza di cinquant’anni rischia di rimanere un «mito» fondativo della società contemporanea (negativo o positivo che sia), senza che se ne comprenda la reale portata storica. Il percorso della mostra inquadra dunque il Sessantotto all’interno dei profondi cambiamenti che hanno modificato l’Italia e la società occidentale negli anni Sessanta, a partire dal boom economico e dall’affermarsi del consumismo per arrivare alla contestazione studentesca di fine decennio.

Maggiori informazioni su www.legnanodegasperi.com sull’evento Facebook e e sulla pagina Facebook @assDeGasperiLegnano